Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 30 maggio 2012

Il Giornaletto di Saul del 31 maggio 2012 – Futuro vaticano, Iran scomodo, ancora rifiuti, lettere aperte a Barack a Saul e a Giorgio, Victoria Grant



Care, cari,

Convenevoli salutari – Scrive Caterina: “Sono alquanto stanca, sono stata al mercatino biologico da Maria dopo essere stata da Mara, ho fatto un po' di spesa, ho aspettato che Maria arrivasse coi duroni, ne ho presi un chilo (buonissimi!), ho chiacchierato un po' con Daniela Galli (quella dei sassi) che ti saluta, con Claudia (che era da noi per capodanno) e con Piero Negroni che ha detto che legge sempre il Giornaletto. Ora però sono cotta, ho cucinato, dato da mangiare agli animali, tagliato un po' di rose sfiorite...”

Mia rispostina: “..dolce Caterina, è normale che la sera dopo una giornata di lavoro tu sia affaticata, ti pare? La stanchezza è anche segno di pienezza! Beh, son contento quando mi racconti queste cosette così mi sembra quasi di esserci stato anch'io lì con te. Io che posso raccontarti? Sono andato a controllare il nostro vaso di rose, oggi ha piovuto e quindi non c'era bisogno di annaffiare. In un altro vaso in cui avevo messo del guano di piccione è nata una pianta di zucca, credo che provenga dai semi che ci diede Rosa.  Lungo la passeggiata oggi non ho scambiato nemmeno una parola, solo qualche saluto. Mi sono goduto un po' di sole del tramonto appoggiato alla ringhiera del belvedere, vicino alla torre longobarda, guardando il panorama... Ed eccomi qua...”

Ma chi me lo fa fare di occuparmi degli scandaletti vaticani? In fondo si tratta di "affari" e di "giochi di potere" interni ad una istituzione, sedicente religiosa, che non ha alcuna veste di spiritualità, una aggregazione pretesca che è in realtà apparato finanziario. Vescovi, cardinali, papa (e antipapi segreti), tutti si sbracciano a dire cose su cose. Sulla sofferenza del pontefice, sui cardinali infedeli, sul nemico esterno, sui cambi di gestione nello IOR, sugli attacchi d'oltre oceano (leggi dal fondo del Mediterraneo), sulla pedofilia, sulla lotta fra clan, sullo sfregamento tra banche.... Il fatto vero è che ormai la religione in tutte queste faccende vaticane non c'entra più nulla. Il vaticano è una società per azioni, che combatte per mantenere almeno una particina nella spartizione della ricchezza mondiale. Ben inteso si tratta di una ricchezza "virtuale" in quanto ormai il senso stesso di ricchezza è obsoleto.. Forse sarebbe meglio usare il termine "capacità di controllo delle masse". In questo gioco il vaticano è decisamente perdente, ha dovuto recedere di fronte ai diritti accampati dai "fratelli maggiori", di fronte ai potentati economici dei Rothschild, della Goldman Sachs, dei Mordecai vari... Ormai le diatribe son solo economiche ed i più grandi miscredenti, coloro che professano intimamente l'apostasia, sono tutti lì riuniti, in quella casa romana, con i loro berretti rossi e viola in testa. In fondo mi spiace, in fondo provo compassione per la figura di quel povero cristo messo in croce per ottenere il risultato di secoli e secoli di prevaricazioni e persecuzioni contro l'umanità e la natura, tutto compiuto a suo nome dai suoi "rappresentanti" in terra. Povero cristo, sì, e povera Roma imbrogliata due volte, la prima volta quando vendette la sua dignità morale affidandosi al cristianesimo, nel tentativo di continuare la sua missione universale, la seconda volta adesso in cui il marciume accumulato nei secoli prende a traboccare inesorabilmente trascinando con sé l'ultima parvenza di onore. Roma... - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/05/vaticano-la-trama-finanziaria-oscura.html

Terremoti e chiesa che crolla – Scrive Marco Bracci: “Buongiorno a tutti, ho notato che è stata citata più volte la notizia che i terremoti di questi giorni hanno distrutto molte chiese. Mi è venuto così in mente uno dei tanti avvertimenti che il Cristo, tramite il Serafino della Sapienza divina, fece negli anni '90 dello scorso secolo se l'umanità non fosse cambiata: "... crolleranno le chiese...". Beh, per i fedeli di Mammona, quale miglior morte che quella dentro una sua chiesa? Aggiungo anche, tanto ormai siamo in tema catastrofismo, che un giorno (non poi così lontano) "... le acque spianeranno le montagne e tutto ciò che l'uomo ha fatto sarà ricoperto e nascosto, poiché ciò che l'uomo ha fatto sulla Terra è male......" e la Terra poi avrà l'aspetto delle campagne della Germania, con colline degradanti e armoniose e senza più montagne aspri come le Alpi o simili. Atlantide docet.”

Aiuto ai terremotati - Scrive Fiorella Bertolani: "Ci avete resi indifferenti a tutto, ci avete divisi, schiavi delle nostre paure.....ma avete dimenticato la forza e il coraggio che ha il popolo Italiano! Nel momento del bisogno ci uniamo, ricordate che siete voi che avete bisogno di noi e non il contrario..... tutti stanno accorrendo per dare il loro sostegno... ringrazio e vigili del fuoco i volontari e tutti i cittadini che si stanno muovendo per aiutare chi sta soffrendo! Mi auguro che anche tutti gli onorevoli si mettano una mano sul cuore e ricordino che sono prima di tutto UOMINI e come tali agiscano!"

Aiuto concreto ai terremotati – Scrive Riccardo Oliva: “Vista la devastante scossa di magnitudo 5.8 che ha fatto tremare la mattina del 29 u.s. il modenese, abbiamo deciso cooperando con altre realtà di attivarci in sinergia, per dare un contributo concreto e non solo virtuale, alle migliaia di sfollati presenti nei tanti paesini di Mirandola, Medolla, San Felice sul Panaro, Finale Emilia ecc. concentrando soprattutto l’attenzione sul paesino di Cavezzo distrutto quasi completamente, e sull’emergenza nazionale di Sassuolo, dove manca in queste ore l’acqua potabile....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/05/30/aiuto-concreto-per-i-terremotati-dellemilia-appello-di-riccardo-oliva/

Festa di Cibele ad Osimo - Scrive Chicca: "Nell'ambito delle feste romane della città di Osimo (AUXIMUM) 1-2-3 giugno... Cibele antica DEA MADRE venerata ad Osimo nel periodo romano... e il messaggio eterno del sacro femminino che ritorna a noi oggi, Per ritrovare dentro il nostro cuore l'Armonia e la Pace con il Tutto. Info. chicca.o@email.it"

Stelle e lucciole a Montesilvano - Scrive Michele Meomartino: "Domenica 3 Giugno 2012 - ore 19.00, OLIS Via Toscanini, 14 Montesilvano (Pescara). Stelle e lucciole. Presentano: Nicoletta Di Gregorio e Ubaldo Giacomucci - Interverranno: Gabriella Bottino - Stefania Chiavaroli - Franca Di Bello - Francesco Di Rocco - Igino Creati - Sara Fasciani - Bibiana La Rovere - Giampiero Margiovanni - Luigi Mascioli - Michele Meomartino - Alessio Pélusi - Tullio Pelusi - Daniela Quieti - Raffaele Rubino - Gulnara Sharafutdinova - Lucio Vitullo. Info. 393.2362091"

Lettera aperta a Barack Obama e Saul Arpino – Scrive Luigi Crocco, da Verona: “Ieri sera dopo averlo trasmesso in E-mail privilegiata al Segretariato delle Repubblica oggi invio la seguente comunicazione al Vostro Giornaletto di Saul: Gentissimo Presidente d'America Barch Obama, oggi il suo blog coincide con una notizia che mi è pervenuta da una associazione di pubblicisti telematici specializzati a trasmettere notizie politiche -economiche ecct. anche sul problema delle elezioni a presentarsi un Candidato un certo Raul, no ricordo bene, che sulla terribile crisi sollecita il popolo d'America alla sovranità monetaria e riprendere il dollaro d'oro e d'argento. E L'idea non mi sembra da scartare se si vuole dare un peso alla moneta...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/05/barack-obama-ed-saul-arpino-lettera.html

Lettera aperta a Giorgio Napolitano – Scrive Italo Campagnoli: “Presidente Giorgio Napolitano, Lei ha chiesto ai giovani di aprire porte e finestre, anche qualora le trovassero chiuse. Le chiediamo di dare l’esempio: apra porte e finestre alla solidarietà; trasformi il 2 giugno da festa della Repubblica militare a festa della Repubblica solidale. Annulli la parata, che l’anno scorso era costata 4,4 milioni di euro e che secondo il ministero della Difesa quest’anno costerà quasi 3 milioni di euro. Quei denari siano investiti in opere di solidarietà con la popolazione stremata dal terremoto e quei contingenti chiamati a sfilare vengano utilizzati nelle zone bisognose di aiuti"

Commento di Caterina: “Aderisco senz'altro, bisognerebbe ricordargli che nel '76 persino Forlani la sospese in occasione del terremoto del Friuli (ma si potrebbe anche abolire, per me)...”

Iran non piace a Rothschild perchè... - Scrive Come Don Chisciotte: “È possibile che il conseguimento del controllo sulla Banca Centrale della Repubblica Islamica d'Iran sia uno dei motivi principali per cui l'Iran si trova ad essere oggetto di attenzioni minacciose da parte delle forze occidentali e israeliane? Dal momento che si percepisce una sempre maggiore tensione che suggerirebbe l'imminenza di una
inconcepibile guerra con l'Iran, è opportuno esplorare il sistema bancario iraniano.
Alcuni ricercatori fanno notare che l'Iran è uno dei soli tre paesi rimasti al mondo la cui banca centrale non sia sotto il controllo dei Rothschild. Prima dell'11 settembre esistevano, a quanto pare, sette paesi con tale caratteristica: Afghanistan, Iraq, Sudan, Libia, Cuba, Corea del Nord e Iran. A partire dal 2003, tuttavia, Afghanistan e Iraq sono stati inghiottiti dalla piovra Rothschild; dal 2011 la stessa sorte è toccata a Sudan e Libia. L'Islam vieta l'addebito di interessi, il che costituisce un problema rilevante, nella prospettiva del sistema bancario dei Rothschild. Fino a pochi secoli fa, la pratica di disporre interessi sul credito era vietata anche nel mondo cristiano, e talora punita con la pena capitale. Era paragonata alla schiavitù”

I rifiuti come ricchezza – Scrive Alba Montori: “...Sui rifiuti, sull'AMA, sulla differenziata che a Roma (ma non solo) non c'è, sulle aree di importanza artistico/culturale mondiale trasformate in discariche ed altre aberrazioni nostrane... Per non parlare dei richiami delle procedure di infrazione e delle relative multe che da decenni ormai l'UE giustamente ci appioppa per le nostre inadempienze criminali nei confronti dell'ambiente, della qualità della nostra vita, dei costi stratosferici, condite con lo spreco di risorse preziose” - Continua con nota di Antonio Trotta: http://retedellereti.blogspot.it/2012/05/i-rifiuti-di-roma-sono-oro-colato-no-ad.html

Agroecologia per Rio – Scrive Giuseppe Altieri: “Si invia il link dell'importantissimo Documento della Società Scientifica Latinoamericana per l'Agroecologia per Rio + 20 - http://agroeco.org/socla/archivospdf/Rio20.pdf - redatto dal Prof. Miguel Altieri e dai suoi collaboratori scientifici con preghiera di traduzione in italiano da parte di qualcuno di buona volontà”

Per opporsi alle torture dei dentisti di Milano – Scrive Nemesi Animale: “Dopo aver pubblicato un lungo elenco di esperimenti che vengono compiuti ogni giorno sugli animali nella città di Milano vogliamo dare maggiore visibilità a questa nostra denuncia e far pressione su alcuni dei vivisettori i cui esperimenti vogliamo cessino immediatamente. Alcuni noti dentisti e odontoiatri milanesi sono coinvolti da anni in esperimenti in cui vengono usati cani, conigli e maiali...” - Continua:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/05/30/nemesi-animale-7-giugno-2012-azione-contro-le-torture-dei-dentisti-di-milano/

Commento di Rosario Borrelli: "C'è poco da dire: quando si considera lecito torturare e sopprimere un essere vivente in nome di una scienza salvifica, allora qualsivoglia individuo, iscritto a un ordine professionale, troverà il modo per lucrare per il bene dell'umanità. Barbaramente vivisettori, w l'obiezione di coscienza e la lotta antispecista"

Nuovi soggetti in palio per le prossime elezioni – Scrive Valentino Tommaso: “CHI VINCERÀ LE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE? NON VI È OMBRA DI DUBBIO: CERTAMENTE COLORO CHE SI OPPONGO ALLE CHIACCHIERE DEGLI ATTUALI NOMINATI DI DESTRA E DI SINISTRA CHE STANNO MAL GOVERNANDO. PEGGIO NON SI PUO OTTENERE DA MERCENARI NOMINATI E NON ELETTI DAL POPOLO SOVRANO...”

L'auto-difesa del Casaleggio - Afferma Gianroberto Casaleggio: “Non sono mai entrato nell'ambito dei programmi delle liste, né ho mai imposto alcunché. A chi mi ha chiesto un consiglio l'ho sempre dato, ma in questo non ci trovo nulla di oscuro. Mi hanno attribuito dei legami con i cosiddetti poteri forti, dalla massoneria, al Bilderberg, alla Goldman Sachs con cui non ho mai avuto nessun rapporto, neppure casuale. Dietro Gianroberto Casaleggio c'è solo Gianroberto Casaleggio. Un comune cittadino che con il suo lavoro e i suoi (pochi) mezzi cerca, senza alcun contributo pubblico o privato, forse illudendosi, talvolta forse anche sbagliando, di migliorare la società in cui vive. Sono stato definito il «piccolo fratello» di Beppe Grillo, con riferimento al Grande fratello del romanzo «1984» di George Orwell. È evidente che non lo sono. La definizione contiene però una parte di verità. Grillo per me è come un fratello, un uomo per bene che da questa avventura ha tutto da perdere a livello personale. Per il resto, «Honi soit qui mal y pense»”

Commenti sul Grillo e Casaleggio editori, raccolti sul web: “...non c'è foglia che si muove se "loro" non vogliono. Che grillo era massone si sapeva da tempo...... il suo editore è la Casaleggio associati (partner jp morgan) a spaventarmi... o il fatto che grillo da quando ha questo editore non parli più di signoraggio e dei famosi BANKSTERS di cui parlava una volta (e con cui ora va fuori a cena...) . Sappiamo che secondo le statistiche, il 90% dei contenuti WEB è creato dal 10% degli utenti, detti "influencer" cioè esistono delle persone che influenzano le altre creando dei contenuti. Queste persone sono gli Influencer. Quando si cercano delle informazioni in rete o è integrata nel sito dell'influencer o è creata direttamente da esso. Queste persone gestiscono la comunità online (da Webcolumn) - Gli influencer di Domenico Casaleggio mika che non l'hanno detto. Fanno tutto sotto la luce del sole. Sperare che Grillo salvi l'Italia è come desiderare di morire all'istante anziché tra atroci sofferenze. Il risultato non cambia. Bisognerebbe fare anche una classifica degli anti-anti complottisti. Sono i grillini che non sanno cosa fanno, intanto li ha tenuti parcheggiati li da un anno prima del Vday, avrebbero potuti diventare un vero movimento di protesta, se soli, ma hanno bisogno delle baby sitters seguono il gregge come pecore, la storia della Casaleggio la conosciamo tutti..."

La frode bancaria spiegata da una bambina – Scrive Lidia: “Caro fratello, ti giro questo messaggio veramente importante di Vincenzo, proprio sul tema del debito. Ho letto la traduzione in italiano del video, che spero pubblicherai al più presto perché si incastra perfettamente con tutto quello che ho letto sul tuo Giornaletto a proposito del nostro sistema monetario e finanziario. Ho parlato a Vincenzo del tuo Giornaletto, penso che ti contatterà direttamente lui. Un grande abbraccio” - Il filmato è in inglese ma di seguito c'è la traduzione ed il link: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/05/la-frode-bancaria-spiegata-da-una.html

Israele produce virus contro l'Iran - Scrive Giuseppe Magliacane: "Gli esperti di sicurezza cibernetica iraniana hanno annunciato di aver individuato e realizzato un anti-virus destinato a distruggere il nuovo supervirus informatico estremamente sofisticato, 'Flame', che avrebbe colpito i pc in Iran e in tutto il Medio Oriente. "Abbiamo messo a punto gli strumenti per riconoscere ed identificare questo virus e da oggi sono a disposizione delle organizzazioni e compagnie iraniane che ne facciano richiesta", si legge sul sito del Ministero delle Telecomunicazioni. Flame, che da cinque anni infetta la rete, è stato prodotto da Israele che nel 2010 ha prodotto il malware Stuxnet. "E' nella natura di alcuni Paesi o regimi illegittimi produrre virus e colpire altre nazioni", ha denunciato il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Ramin Mehmanparast, riferendosi ad Israele"

Svendita dei beni italiani alle solite banche – Scrive: Giacomo Gabellini: “Dietro le forti pressioni esercitate dalla Commissione Europea e dagli organismi dell’Antitrust sia europeo che italiano, l’ENI si accinge a cedere la propria quota di controllo (51%) della Snam. Le ragioni che stanno alla base dello scorporo discendono tutte dal mantra liberista venerato acriticamente dalle istituzioni europee...” - Continua con altro importante articolo di Gianni Petrosillo sulla vendita delle imprese italiane: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/05/come-rothschild-e-goldman-sachs-si.html

Costretto a dimettersi... - Scrive Tiscali cronaca: "Lascia le Fiamme Gialle il colonnello Umberto Rapetto, comandante del Nucleo speciale frodi telematiche ed antesignano della lotta al cybercrimine. "Chiedo scusa a tutti quelli che mi hanno dato fiducia - ha scritto su twitter - ma  sono stato costretto a dare le dimissioni dalla Gdf". Nato ad Acqui Terme nel 1959, allievo della Nunziatella, Rapetto forma il Gat (Gruppo anticrimine telematico), che poi diventa Nucleo speciale frodi telematiche. E' il reparto che si occupa di contrastare le truffe internet, gli hacker e gli attacchi informatici. Un'attività che gli fa guadagnare diversi encomi ed il riconoscimento di Ufficiale dell'ordine al merito della Repubblica Italiana nel 2005 dal capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi"

Tana per l'untore - Scrive Rosario Borrelli: "Aerei chimici atterrano all'aeroporto di Linate: la conferma che ci aspettavamo (www.ecplanet.com). Ha centrato il bersaglio l'amico System Failure! È riuscito, infatti, ad immortalare un aereo della morte, maldestramente camuffato da velivolo della Meridiana. Siamo riusciti a prevedere le ridicole “spiegazioni” dei negazionisti che, dopo essersi leccati le ferite, hanno cianciato con livore..."

Il limite della morale cristiana – Scrive Franco Libero Manco: “La colpa dei peccati di chi è deputato a rappresentare l’ordine e la legge è dieci volte meno perdonabile della stessa colpa commessa dall’uomo qualunque. Accanto alla morale religiosa, e cristiana in particolare, (che limita la sua sfera d’azione alla sola specie umana) va affermandosi sempre più la morale del Movimento Universalista (del quale sono parte viva e palpitante i vegetariani e gli animalisti) che estende i principi di rispetto e di giustizia dall’uomo ad ogni essere senziente: una rivoluzione etica, culturale, sociale ed esistenziale pari solo al superamento della cultura schiavista” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/05/senso-delletica-e-immoralita-della.html

Vi lascio, ciao, Paolo/Saul

….........

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La Verità attraversa sempre tre fasi. Dapprima viene ridicolizzata. Poi violentemente contrastata. Infine accettata come una cosa ovvia” (Schopenhauer)



Ah! - Stai ricevendo questa newsletter perché sei iscritto alla mailing list del Giornaletto di Saul. Se non vuoi più ricevere comunicazioni non allarmarti, è semplicissimo cancellarsi. Puoi rispondere a questa email chiedendo (si spera gentilmente) la cancellazione. Grazie di averci letto finora!

Nessun commento:

Posta un commento