Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 7 aprile 2017

Il Giornaletto di Saul del 8 aprile 2017 – Perché l'odio contro la Russia?, Siria: gli USA cercano rogna, la risposta russa, contrastare l'iperliberismo, la memoria dell'acqua...


Immagine correlata

Care, cari, la guerra dell'oro contro la carta straccia: “Cina e Russia adottano misure per allontanarsi dal controllo del “cugino prepotente”, la nota cartacea della Federal Reserve, il dollaro, quale valuta di riserva mondiale. Per questo gli USA ce l'hanno così tanto con Cina e Russia. Gli Stati Uniti sono al verde e non possono ripagare il loro debito, possono solo molestare le altre nazioni, rubargli l’oro e bombardare chi non si allinea. Russia e Cina sono abbastanza grandi, ricche e forti da tener testa agli Stati Uniti. Svolgono in silenzio le loro attività, mentre gli Stati Uniti hanno sempre fatto guerra a chiunque e a tutti. Gli Stati Uniti ora puntano contro queste due potenze, che non sono la Siria o qualsiasi altra piccola nazione vittima del bullismo di tali guerrafondai. Questa volta sarà diverso e la regola d’oro vale ancora, chi ha l’oro detta le regole. Cina e Russia hanno l’oro, gli Stati Uniti hanno il debito...” (Rory Hall) - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/04/06/fine-di-un-impero-gli-usa-in-bancarotta-pagano-i-loro-debiti-con-carta-straccia-e-bombe-a-chi-non-laccetta-mentre-russia-e-cina-comprano-e-vendono-con-oro-sonante/

Milano. Manifestazione per la pace – Scrive Comitato: “Il Comitato contro la Guerra Milano chiama alla mobilitazione per la pace, sabato 8 Aprile alle ore 18, davanti al Consolato USA in Largo Donegani. Info e adesioni: 3383899559”

Contrastare l'iperliberismo globalista - Scrive Michele Rallo: “I settori produttivi europei sono ormai ipnotizzati dalle parole d’ordine iperliberiste, e stentano a tornare alla realtà economica “normale”: quella di una agricoltura e di un’industria che producano in primo luogo per il mercato interno, e che alle esportazioni destinino solamente il surplus. Naturalmente, una tale realtà “normale” presuppone che i consumatori interni fruiscano di condizioni di vita adeguate, di redditi tali da consentire l’acquisto di merci e servizi prodotti dalle imprese nazionali...” - Continua:

Siria. Dagli all'untore – Scrive Giulietto Chiesa: “Bashar el Assad consegnò le armi chimiche in suo possesso a una Commissione internazionale. Avvenne nel 2014. Lo certificò l'allora portavoce del Pentagono, John Kirby informando che un cargo battente bandiera danese sarebbe arrivato il primo luglio in un porto calabrese. Aggiunse, per dissipare le preoccupazioni dei cittadini, che le armi sarebbero state neutralizzate "in acque internazionali in modo sicuro". Dunque a Washington sanno che il governo siriano non aveva più armi chimiche...”

Siria. Siamo al redde rationem... Trump getta la maschera: “Gli Stati Uniti hanno condotto la notte fra il 6 ed il 7 aprile 2017 un attacco con missili Tomahawk contro una base militare siriana vicino a Homs, sospettata di essere coinvolta nel raid con armi chimiche di martedì. Navi nel Mediterraneo hanno lanciato alle 4 e 40 ora siriana 59 missili che hanno colpito installazioni militari, dell’aviazione e depositi di carburanti. Il presidente americano Donald Trump ha chiesto a tutte le nazioni «civilizzate» di aiutarlo a mettere fine alla «guerra in Siria». La tv di Damasco ha denunciato «l’aggressione» e detto che ci sono state vittime nei raid...” (La Stampa) - Continua con appello alla mobilitazione contro la guerra con integrazioni: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/04/07/siria-redde-rationem-donald-trump-colpisce-ignominiosamente-ed-apertamente-la-siria-la-guerra-e-dichiarata/

Commento di Mauro Gemma: “"Preceduto dal coro martellante dei servi di giornali e televisioni pubblici e privati di tutto l'Occidente, alla fine è arrivato il criminale attacco imperialista USA alla Siria. Insieme ai tagliagole di Al Nusra e dell'Esercito "libero" siriano, anche l'ISIS esulta per l'insperata boccata di ossigeno offerta dagli Stati Uniti che fanno le manovre per la guerra globale...” - Continua in calce al link soprastante

Commento di Massimo De Amicis: “A parte il fatto che nessuno ha mai pensato di punire gli USA per loro presunti crimini, ci domandiamo perché Trump abbia reagito così tempestivamente, senza indugio alcuno? 0ra navi da guerra russe sono entrate nel Mediterraneo e si stanno dirigendo verso la loro base siriana per fronteggiare le navi americane dalle quali è partito il blitz. Ora potrebbe succedere di tutto, ma a casa nostra, non nelle loro...." - Continua in calce al link soprastante

Commento di Franco Trinca: “L'alibi dell'uso di armi chimiche da parte della Siria è stato smentito da foto satellitari della Russia: l'aviazione del legittimo Governo della Siria ha attaccato un deposito militare dei terroristi dell'ISIS... che vi avevano stoccato contenitori di gas Sarin!”

Commento di Fabrizio Girolami: "La risposta degli Usa contro Assad dopo l'attacco chimico è appropriata e necessaria", ha detto il ministro degli Esteri dell'Estonia, Sven Mikser. Per trovare uno a favore sono andati a scomodare il ministro degli esteri estone che tipicamente viene interpellato da tutta la stampa mondiale per dibattere delle più importanti questioni mondiali. A parte la solita feccia mondiale guerrafondaia schierata con loro....”

Taranto. Lavoro bioregionale in primis - Scrive Comitato: “In un paese come l’Italia dove il lavoro manca, la disoccupazione giovanile raggiunge livelli esasperanti il lavoro, quando esiste, è malpagato, senza sicurezza, in nero, discriminante e senza prospettive, che senso ha festeggiare il 1° Maggio? Su queste tematiche facciamo appello, alle realtà territoriali, alle realtà bioregionali, ed interregionali, al fine di costruire una giornata di lotta...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/04/taranto-1-maggio-2017-il-lavoro.html

Tajani non vuole la pace – Scrive AGI: “Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha deciso di non autorizzare una conferenza sulla Siria prevista per il 10 aprile e di vietare l'accesso del vice ministro degli Esteri di Damasco, Ayman Soussan. Lo ha annunciato il portavoce dello stesso Parlamento europeo, Jaume Duch. L'evento era stato organizzato dal Syria Peace Process Support Group, un gruppo informale di deputati europei vicini alle posizioni del regime siriano e della Russia. Negli scorsi giorni, su iniziativa dell'olandese Marietje Schaake, alcuni europarlamentari avevano chiesto a Tajani di vietare la conferenza definendo Ayman Soussan come il più alto rappresentante in grado del regime Assad in Europa"

Siria. Comunicato contro la guerra – Scrivono comitati: “Le dichiarazioni della rappresentante degli Stati Uniti al Consiglio di Sicurezza dell’ONU, secondo cui gli USA potrebbero scatenare un intervento militare diretto in Siria anche senza l’autorizzazione dell’ONU (come dimostrato dall’aggressione avvenuta la notte tra il 6 ed il 7 aprile 2017) e le analoghe dichiarazioni bellicose della UE e della NATO, le minacce al Presidente siriano Assad di Israele e Turchia , prefigurano un drammatico scenario di guerra ed allontanano ogni soluzione alla crisi siriana e Medio Orientale...” - Continua con Dichiarazione del Consiglio Mondiale della Pace: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/04/07/no-alla-guerra-daggressione-usa-contro-la-siria-comunicato-stampa-del-7-aprile-2017/

Mio commentino: “...dopo l’attacco dinamitardo e vigliacco del sionista donald trump alla Siria, del 7 aprile 2017, mi è sovvenuto di un vecchio discorso di Putin a proposito delle armi di distruzione di massa detenute dall'Iraq, una scusa per attaccare quel paese... - ed inoltre riporto un mio articolo “dalla padella alla brace” in cui prefiguravo la fine che avremmo fatto con trump o con clinton (per me pari sono): http://paolodarpini.blogspot.it/2016/02/usa-dalla-padella-trump-alla-brace.html

Siria. EFFETTI COLLATERALI - Scrive Antonio Castronovi: “In seguito al raid USA di ieri oltre a sei militari della base ci sono 9 civili, tra cui quattro bambini, tra le vittime dell’attacco americano sulla base governativa nella Siria centrale, secondo quanto riferisce l’agenzia Sana controllata dal governo, che parla così di un bilancio di 15 vittime. Secondo la Sana, i missili statunitensi non hanno colpito solo la base militare di Shayrat ma anche abitazioni civili nei villaggi circostanti...”

Stoccolma. Attentato – Scrive M.D.A.: “Ieri è toccato anche a Stoccolma assaggiare il sapore acre del sangue dei suoi morti innocenti! A nulla servirà piangere per le vittime del furore cieco di coloro che ripagano l'accoglienza con i frutti dell'odio. La nostra imprudenza non potrà mai essere scusata dai familiari dei colpiti...”

Siria. La risposta russa all'attacco USA - Scrive Alessandro Lattanzio: “...secondo le fonti del Ministero della Difesa russo solo 23 dei 59 missili USA avrebbero raggiunto la base aerea siriana. Il Ministero della Difesa russo definiva l’azione degli Stati Uniti “una grave violazione” del protocollo d’intesa firmato da Mosca a Washington nel 2015 per impedire incidenti nello spazio aereo siriano. Ogni giustificazione dell’attacco è “infondata”, continuava il ministero, che concludeva, “Numerose misure volte a rafforzare e migliorare l’efficacia del sistema di difesa aerea siriana saranno attuate nell’immediato futuro per proteggere le parti vitali dell’infrastruttura siriana“ - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/04/7-aprile-2017-lancio-di-missili-usa.html

Commento di Giancarlo Costa: “Non riesco a comprendere il cambio di rotta di Trump, che a differenza di quello dichiarato nella campagna elettorale è perfettamente allineato con l'establisment che ha affiancato tutti i presidenti americani...Non riesco inoltre a comprendere oltretutto l'enorme numero di missili lanciati senza aver fatto peraltro grossi danni alle infrastrutture....100 milioni per scalfire le strutture senza nemmeno distruggere l'asfalto delle piste...”

Viterbo. 5 stelle in difesa dell'acqua pubblica – Scrivono Grillini: “Il Movimento 5 Stelle della Provincia di Viterbo ha aderito alla lettera diffida proposta dal Comitato “Non ce la beviamo” al Presidente della Provincia nonché presidente di ATO 1. Una diffida a proseguire un interesse verso privati per l’acquisto di quote Talete, a nostro avviso incompatibile con lo statuto di società di diritto pubblico della Talete stessa”

La memoria dell'Acqua - Nel Libro dei Mutamenti (I Ching) l'elemento Acqua è indicato come il depositario della memoria, ovvero dell'informazione psico-fisiologica. E ciò ha una stretta attinenza con la scienza e l'osservazione analogica. Infatti l'acqua è legata al senso del gusto, alla bocca, e di conseguenza alla parola ed alla trasmissione di conoscenze che attraverso di essa avviene... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/04/la-memoria-dellacqua-partendo-dalli.html

Acqua di vita... speriamo che duri! Ciao, Paolo/Saul

…..........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Contro la guerra dobbiamo essere duri come le pietre" (Aldo Capitini)



Nessun commento:

Posta un commento